Regione Siciliana

Agevolazione per la mobilità urbana ed extraurbana di fasce deboli

Pubblicata il 09/05/2013

COMUNE DI BELMONTE MEZZAGNO
S E R V I Z I O SOLIDARIETA’ SOCIALE
Agevolazione per la mobilità urbana ed extraurbana di fasce deboli

AVVISO P U B B L I C O
 
          Questa Amministrazione Comunale intende garantire, per l'anno 2013 e, comunque, fino ad
esaurimento delle disponibilità finanziarie, l'accesso ai servizi di trasporto extraurbano sia pubblici
che privati, ai soggetti anziani e disabili in conformità alla normativa in materia vigente.
          Il servizio consiste:
  • per gli anziani, vedove e orfani dei caduti dispersi in guerra, mutilati di guerra,invalidi di guerra e invalidi civili di guerra nel rimboso di biglietti e/o abbonamenti per il trasporto extraurbano;
  • per i soggetti disabili o affetti da gravi patologie croniche:- invalidi civili con invalidità minima del 67%: nel rimboso di biglietti e/o abbonamenti per il trasporto extraurbano; - per i soggetti gravemente impediti all’utilizzo dei mezzi pubblici di trasporto efrequentanti i centri di cura e riabilitazione con mezzi propri: nell'erogazione di un contributo giornaliero (o altra forma di agevolazione)  L’impedimento dovrà essere documentato da apposita certificazione medica.
          Sono equiparati agli invalidi civili:
  • ciechi civili affetti da cecità assoluta (1 categoria);
  • invalidi del lavoro dal 34% ex T.U. 1124/65;
  • invalidi per servizio e di guerra con minorazione ascritte dalla 1 alla 4 categoria;
  • sordomuti;
  • minori non deambulanti.
          Gli interessati devono presentare all’Ufficio Solidarietà Sociale apposita istanza corredata
dalla seguente documentazione:
  1. Certificazione medica (verbale di visita collegiale) o equiparata;
  2. Certificazione attestante i redditi relativi all’anno d'imposta 2011.
          Nel caso in cui i fondi fossero insufficienti per soddisfare tutte le istanze pervenute si procederà ad elaborare una graduatoria in base ai seguenti criteri:
         Per gli anziani:
  • reddito del nucleo familiare, dando la precedenza ai redditi più bassi;
  • età dell'anziano, con precedenza al soggetto più grande di età.
         Per i disabili:
  • gravità dell’handicap;
  • reddito del nucleo familiare, dando la precedenza ai redditi più bassi;
  • nucleo familiare con priorità al soggetto appartenente a nucleo familiare più numeroso;
  • età del disabile, con precedenza al soggetto più grande di età.
         L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di richiedere ogni altra certificazione,
diversa da quella espressamente indicata nel bando, che possa servire a comprovare fatti o
situazioni rilevanti ai fini dell’espletamento delle prestazioni previste nel presente bando.
        Il venir meno dei requisiti di legittimazione previsti, comporterà la decadenza del beneficio
che verrà accordato. Il tal senso il beneficiario è obbligato a comunicare tempestivamente,
all’apposito Ufficio Comunale, ogni mutamento della situazione dichiarata.
Li 09/05//2013
 
Il Respondabile del Procedimento                       Il Responsabile del Servizio
          F.to Dott. G. Cusimano                                   F.to Dott.ssa N. Cusimano

Allegati

Nome Dimensione
Allegato avviso-agevolazione-mobilita-fasce-deboli-2.pdf 76.33 KB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto